Vitamina E

vitamina E

La vitamina E è un potente antiossidante e comprende un gruppo di 8 composti: in particolare abbiamo i tocoferoli α, β, γ e δ e i tocotrienoli α, β, γ e δ. L' alfa (α) tocoferolo è la forma vitaminica più potente ed attiva; la sua forma presente in natura viene indicata con le lettere RRR in relazione alla configurazione della sua molecola. Si tratta di composti liposolubili, per cui come per tutte le vitamine di questo tipo si possono verificare fenomeni di tossicità dovuti al loro accumulo nei grassi corporei. Nel caso della vitamina E però i livelli di tossicità non sono ancora chiaramente definiti.

L'assunzione di vitamina E viene espressa in termini di tocoferolo equivalenti (TE). Un tocoferolo equivalente è pari a 1 mg di RRR α-tocoferolo, 2 mg di β-tocoferolo, 3 mg di γ-tocotrienolo o 10 mg γ-tocoferolo. La quantità di tocoferolo o equivalenti negli alimenti viene ancora espressa con le vecchie unità internazionali (UI), secondo cui un tocoferolo equivalente è pari a 1,5 UI.

Fonti alimentari di vitamina E

La vitamina E si trova negli alimenti di origine vegetale in particolare nei semi e negli oli da essi ricavati: olio d'oliva, di girasole, mais, soia, ecc.. Sono ricchi di vitamina E il germe di grano, le noci, le nocciole e le mandorle. Si trova anche nei vegetali verdi e nell'olio di fegato di pesce. Una certa percentuale di vitamina E si perde però nella cottura e va incontro inoltre ad ossidazione.

Carenza di vitamina E

La carenza di vitamina E è rara, in quanto tranne che nei neonati ci sono ingenti scorte nel fegato. Ad ogni modo in seguito a malassorbimento si possono verificare neuropatia periferica, miopatia e retinopatia.

Eccesso di vitamina E

La tossicità della vitamina E è tuttora oggetto di studio. Oltre i 200 mg al giorno possono presentarsi disturbi intestinali e sia ha un effetto emorragico.

 

Ultimi articoli

  • Il miglior esercizio per gli addominali

    il miglior esercizio per gli addominali

    Il miglior esercizio per gli addominali non è innanzi tutto un esercizio adatto a tutti. Senz'altro non è per i principianti, ma per quelli che riescono a fare correttamente decine di crunch a terra, senza fatica e senza ormai risultati significativi. Questo esercizio non è nemmeno per chi ha …

    Continua a leggere.

    Argomenti: Addominali

  • Come sviluppare il picco del bicipite

    Come sviluppare il picco del bicipite

    Per picco del bicipite si intendono quei fasci muscolari che conferiscono al bicipite la caratteristica forma appuntita.

     Bicipite brachiale Capo lungo

     Bicipite brachiale Capo breve

     Brachiale

    Come evidenziato nella foto e nella figura soprastante, il picco del bicipite è …

    Continua a leggere.

    Argomenti: Bicipiti

  • I migliori esercizi per i bicipiti: pesi o cavi?

    esercizi per bicipiti: meglio i pesi o i cavi

    Come per tutti i muscoli l'esercizio migliore è quello che permette di estendere completamente il muscolo per poi contrarlo completamente in corrispondenza dello sforzo massimo.

    Quando si usano i pesi, a differenza dei cavi, non possiamo orientare la forza a cui devono opporsi i nostri muscoli …

    Continua a leggere.

    Argomenti: Bicipiti

  • Super serie tra muscoli antagonisti

    super serie tra muscoli antagonisti

    Le super serie tra muscoli antagonisti sono un'ottima tecnica di esecuzione per dare una scossa ai muscoli e stimolarne la crescita. Ho già trattato le super serie in generale e in questo articolo vi presento alcune accoppiate di esercizi per prendere maggior confidenza con tale tecnica.

    In …

    Continua a leggere.

    Argomenti: Tecniche di esecuzione