Addominali

 

Gli esercizi per gli addominali sono tra gli argomenti più ricercati nell'ambito della forma fisica, visto che ormai avere la tanto famigerata tartaruga (six pack per gli americani) è una sorta di status symbol per l'uomo che vuole dimostrare di essere atletico e sexy. Far spuntare tutte quelle curve sull'addome non è affatto facile e per questo c'è sempre qualcuno che inventa un nuovo attrezzo miracoloso o la tecnica di allenamento definitiva. Il problema degli addominali non sono tanto gli esercizi in sè, ma la posizione di questo muscolo nel nostro corpo: si trova infatti là dove il grasso tende ad accumularsi. Possiamo pure avere degli addominali sviluppati, ma sotto quello strato di tessuto adiposo che li ricopre, chi li vede? Al contrario si può essere un fortunato possessore di un fisico asciutto e tonico con una bassa percentuale di grasso corporeo e quindi anche addominali poco sviluppati sembrano magnificamente scolpiti nel marmo.

In definitiva per aver muscoli addominali definiti è inutile sfinirsi con centinaia di crunch, per bruciare il grasso corporeo e nel nostro caso il tessuto adiposo addominale serve un giusto allenamento aerobico ed una corretta alimentazione.

Dal punto di vista dell'anatomia c'è un altro mito da sfatare. I quadretti della tartaruga non sono muscoli indipendenti, non ci sono addominali alti e bassi. Come mostrato in figura si tratta di un muscolo unico ovvero il retto dell'addome, il cui aspetto quadrettato è dovuto a delle inserzioni tendinee. La simmetria e l'estetica di questi 'quadretti' è dettata dalla genetica dell'individuo e non si può modificare con l'allenamento. Quando si parla di addominali al plurale quindi oltre al retto dell'addome si intendono altri muscoli come gli addominali obliqui e il trasverso dell'addome per esempio.

Un altro fattore genetico che influenza la definizione degli addominali è lo spessore della pelle. Solo chi ha un epidermide sottile potrà raggiungere una maggiore definizione della muscolatura.

Assodato che un addome scolpito è un obiettivo tanto agognato, bisogna stare attenti all'allenamento da intraprendere, poichè molte aziende hanno creato un vero business in tale settore e nelle televendite spuntano ormai come funghi attrezzi, che promettono miracoli irrealizzabili. In certi casi si vuol persino far passare l'idea che far sudare l'addome significa perdere il grasso soprastante. Sicuramente non basta un solo tipo di esercizio per allenare gli addominali e questo vale naturalmente per tutti i muscoli del corpo umano che devono essere sollecitati in più modi per ottenere la crescita muscolare desiderata.

L'allenamento degli addominali ha una sua criticità, in quanto in molti esercizi viene coinvolta la schiena, per questo ogni esercizio va eseguito con un movimento lento e controllato, stando molto attenti alla postura. In palestra chiedete aiuto ad un istruttore e se guardate un video tutorial prestate molta attenzione ai movimenti svolti dall'atleta. Gli addominali sono anche muscoli respiratori e per evitare che il movimento del diaframma ostacoli l'esecuzione dell'esercizio, bisogna espirare profondamente in fase di massima contrazione.

Molti esercizi svolti a terra non permettono di estendere completamente gli addominali, per questo si può ricorrere a piegamenti eseguiti sulla palla svizzera (swiss ball o fit ball). Oltre al maggior range di movimento per mantenere l'equilibrio sulla palla vengono attivate molte più fibre muscolari e questo migliora inoltre l'equilibrio e l'attivazione neuromuscolare. La palla svizzera infatti è utilizzata in ambito riabilitativo.

 

Ultimi articoli

  • Il miglior esercizio per gli addominali

    il miglior esercizio per gli addominali

    Il miglior esercizio per gli addominali non è innanzi tutto un esercizio adatto a tutti. Senz'altro non è per i principianti, ma per quelli che riescono a fare correttamente decine di crunch a terra, senza fatica e senza ormai risultati significativi. Questo esercizio non è nemmeno per chi ha â€¦

    Continua a leggere.

    Argomenti: Addominali

  • Come sviluppare il picco del bicipite

    Come sviluppare il picco del bicipite

    Per picco del bicipite si intendono quei fasci muscolari che conferiscono al bicipite la caratteristica forma appuntita.

     Bicipite brachiale Capo lungo

     Bicipite brachiale Capo breve

     Brachiale

    Come evidenziato nella foto e nella figura soprastante, il picco del bicipite è â€¦

    Continua a leggere.

    Argomenti: Bicipiti

  • I migliori esercizi per i bicipiti: pesi o cavi?

    esercizi per bicipiti: meglio i pesi o i cavi

    Come per tutti i muscoli l'esercizio migliore è quello che permette di estendere completamente il muscolo per poi contrarlo completamente in corrispondenza dello sforzo massimo.

    Quando si usano i pesi, a differenza dei cavi, non possiamo orientare la forza a cui devono opporsi i nostri muscoli â€¦

    Continua a leggere.

    Argomenti: Bicipiti

  • Super serie tra muscoli antagonisti

    super serie tra muscoli antagonisti

    Le super serie tra muscoli antagonisti sono un'ottima tecnica di esecuzione per dare una scossa ai muscoli e stimolarne la crescita. Ho già trattato le super serie in generale e in questo articolo vi presento alcune accoppiate di esercizi per prendere maggior confidenza con tale tecnica.

    In â€¦

    Continua a leggere.

    Argomenti: Tecniche di esecuzione